Ciurma è una libreria indipendente per bambini da 0 a 10 anni, ma non solo. E’ anche luogo creativo nel centro di Taranto che nasce dal desiderio di dar vita ad uno spazio dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie, dove poter leggere e giocare insieme ai propri genitori o in compagnia di altri bambini.

Ciurma è: libreria fantasma (aperture notturne per avvicinare i bimbi ai libri e affrontare le paure), libreria petfriendly (informare i piccoli al rapporto corretto con gli animali da compagnia), Ciurma spuntì (mangiamo come gli antichi popoli), Ciurma storie (storytelling popolari con personalità del territorio), Ciurma è made in Puglia (alla scoperta delle paste pugliesi).

Da noi i piccoli diventeranno consapevoli delle risorse storiche, ambientali e culturali del proprio territorio attraverso le letture animate, lo storytelling e attraverso una serie di attività didattiche stimoliamo i bimbi “al fare”. La cultura e l’arte in tutte le sue forme coinvolge i sensi del bimbo, l’autostima, la creatività e favorisce la comunicazione con il mondo esterno.

“L’idea di una libreria per l’infanzia a Taranto nasce come esigenza personale e come sfida: cercare di creare in città uno spazio accogliente per i bambini aperto tutta la settimana con un programma di attività variegato. Uno spazio che sia un luogo di riferimento non soltanto per le famiglie, ma anche per tutte quelle realtà che già operano sul territorio occupandosi di infanzia e di cultura. Lo scopo è dunque quello di creare una rete sinergica che incentivi l’attenzione per le attività ludico-culturali dei più piccoli”.

Un grazie va a alla Regione Puglia e Arti Puglia che hanno sostenuto la nostra idea imprenditoriale!

Attività

– Visite guidate a tema
– Letture animate itineranti
– Laboratori creativi tre volte a settimana, distinti per fasce d’età
– Incontri sulla genitorialità consapevole
– Presentazioni di libri
– Mostre albi illustrati

Le libraie

Roberta Ursi è archeologa. Ha da sempre lavorato con le scuole a contatto con i bambini con laboratori di archeologia sperimentale. Appassionata all’archeologia, l’arte e l’educazione è riuscita a coniugare l’educazione all’arte in tutte le sue forme. E’ legata alla figura di Bruno Munari al cui metodo si ispira nella conduzione di laboratori pratico creativi.

Francesca Pizzo operatrice in Beni culturali, ha un master in Management eventi artistici e culturali. Da anni si occupa di didattica culturale per bambini, feste di compleanno, organizzazione mostre, presentazioni di libri con autore. Appassionata ai libri sulla didattica di Bruno Munari. Le prime attività per bambini che ha realizzato erano incentrate sulla tecnica dell’acquerello e su un personaggio a lei molto caro: il nonno Mario D’Amicis famoso pittore tarantino.